A luglio tiene il fatturato, non gli ordinativi

by Redazione 0

lavoro_us_navy

istat_fatt_ind_lug_2016Le rilevazioni Istat relative al mese di luglio mostrano un incremento del fatturato dell’industria del 2,1% rispetto al mese precedente, grazie soprattutto al traino positivo del mercato interno (+3,2%),, mentre il giro d’affari all’estero è rimasto stabile. Leggermente in rosso, invece, il confronto con lo stesso mese dell’anno scorso, a parità di giorni lavorativi, che mostra una flessione dello 0,7%, pur con un incremento sul mercato interno dello 0,2%, a fronte di una flessione su quello estero (-2,2%).
Su base annua, il comparto della fabbricazione di macchinari e attrezzature n.c.a. chiude il mese con un leggero incremento (+0,6%), i mezzi di trasporto mettono a segno un +5,5%, mentre metallurgia e prodotti in metallo chiudono in rosso (-4,3%).

ORDINATIVI. Gli ordinativi si prendono invece una pausa riflessione dopo il boom di giugno (+14,3% rispetto a maggio), chiudendo il mese con una flessione del 10,8% sul mese precedente. Nel confronto con il mese di luglio 2015, l’indice grezzo degli ordinativi segna una caduta dell’11,8%, con poche eccezioni, come nel caso nei prodotti elettronici (+20,0%), mentre la flessione maggiore si osserva nella fabbricazione di mezzi di trasporto (-35,6%) e in particolare nel settore della cantieristica; in rosso anche metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo (-11,7% su base annua) e fabbricazione di macchinari e attrezzature n.c.a. (-6,9%)