A Coeclerici il 67% di IMS Deltamatic

by Redazione 0

ims_deltamatic_810

Il gruppo genovese Coeclerici, tra i principali operatori internazionali nella gestione del ciclo di approvvigionamento delle materie prime per i settori siderurgico, energetico e metallurgico, ha acquisito il 67% di IMS Deltamatic, azienda bergamasca attiva nella produzione di macchine e impianti per packaging, automotive e lavorazioni speciali. Fanno parte del gruppo anche Kasper, attiva nella costruzione di centri CNC  verticali e orizzontali per la produzione di componenti auto e Delta Mould, fornitore di stampi in alluminio per stampaggio a gravità e a bassa pressione.

L’acquisizione – si legge in una nota – si inserisce in una strategia di diversificazione e rappresenta un investimento di lungo termine in un’azienda italiana con importanti prospettive di sviluppo sia sul mercato nazionale che internazionale.

L’acquisizione del 67% del capitale da parte di Coeclerici prevede un investimento complessivo di circa 20 milioni di euro, di cui 10 milioni destinati al rafforzamento patrimoniale, tramite aumento di capitale, volto a sostenere il futuro percorso di crescita, che, nei prossimi anni, si svilupperà anche attraverso ulteriori acquisizioni. La restante quota del 33% del capitale resta in mano al fondatore del gruppo bergamasco, Raffaele Ghilardi, che affiancherà l’imprenditore Paolo Clerici nella definizione delle strategie, garantendo la continuità di business e la conoscenza dei mercati e della clientela.

IMS Deltamatic possiede quattro impianti produttivi – di cui due in Italia, uno in Germania e uno negli Stati Uniti – un ufficio in Cina e oltre 300 dipendenti. Nel 2015 il fatturato consolidato si è attestato a circa 60 milioni di euro, il 90% del quale realizzato all’estero.