2014, cresce la produzione e riparte il consumo

by Redazione 0

ucimu

ucimuSi è chiuso positivamente il 2014 dell’industria italiana costruttrice di macchine utensili, robot e automazione.
Come emerge dai dati di preconsuntivo elaborati dal Centro Studi & Cultura di Impresa di Ucimu – Sistemi per Produrre, lo scorso anno la produzione è cresciuta a 4695 milioni di euro (+ 4,6% sul 2013) con una crescita rilevante del consumo italiano che, tornato di segno positivo, si è attestato a un valore di 2420 milioni di euro (+18,2% rispetto al 2013), evidenziando la ripresa degli investimenti del manifatturiero italiano in sistemi di produzione.
Stabili le esportazioni, attestatesi a 3.360 milioni di euro (–0,7% rispetto al 2013), penalizzate dalla generale riduzione del commercio mondiale e, in particolare, dalla decisione dell’Unione Europea di limitare l’export di macchine utensili verso la Russa a seguito delle tensioni tra la Federazione e l’Ucraina. Di questo trend ne hanno beneficiato principalmente i costruttori, le cui consegne sul mercato interno sono salite a 1335 milioni di euro (+21,1%). Le importazioni hanno invece registrato un incremento più contenuto (+14,9%), attestandosi a 1085 milioni di euro.
Positive le previsioni per il 2015, in cui proseguirà il trend positivo dell’industria italiana di settore che, secondo le previsioni, vedrà un incremento per tutti i principali indicatori economici.
Lo scenario illustrato dal presidente Luigi Galdabini, in occasione della conferenza stampa di fine anno di Ucimu – Sistemi per Produrre, è un buon punto di partenza per il nuovo anno.